La LAC esprime la più profonda solidarietà e stima alla giornalista Rai Silvia Di Tocco che ha voluto manifestare il suo dissenso alle scelte di abbattimento dell’orso M90 del presidente della regione Trentino decidendo di non dare lustro, nel suo servizio, ad un territorio che ha eletto alla guida un essere disumano.
Il caso è esploso dopo che, martedì 6 febbraio, una squadra del Corpo forestale dello Stato, in conseguenza ad un decreto di abbattimento del presidente della provincia autonoma, ha abbattuto l’orso.
Per questa decisione ha addirittura avuto come risposta dell’azienda RAI un procedimento disciplinare.
Dal canto suo Fugatti, ha incaricato i legali dell’Avvocatura provinciale di valutare se esistano gli estremi per la presentazione di una querela nei confronti della giornalista Rai artefice delle offese, a titolo sia personale che in qualità di rappresentante della Provincia, per la grave lesione d’immagine.
Trentino uguale natura.
Per anni questo accostamento ci è stato proposto tanto da continuare ad essere presente nella mente dei milioni di turisti che scelgono questa regione come meta delle vacanze estive e invernali.
Ma quale natura vuole il presidente Fugatti? Una natura che non dia fastidio, una natura finta, una natura ad uso e consumo degli esseri umani che pagano.
E allora dopo aver ucciso gli orsi perché sono orsi, eliminerà i cervi se invadono le piste ciclabili, le marmotte se scavano troppe buche, gli stambecchi se disturbano gli sciatori?
Che altre persone dotate di coscienza abbiano il coraggio di dichiarare le proprie opinioni perché come ci insegna Gramsci “l’ indifferenza opera passivamente ma opera” e “La neutralità favorisce sempre l’oppressore, non la vittima” (Elie Wiesel).
Che Fugatti si dimetta.
DOVE SIAMO

Sede Legale:                        Via Ernesto Murolo 11  00145 Roma

 

Iscriviti alla Newsletter

LAC Lega Abolizione Caccia © 2024. All Rights Reserved. |                                                                    C.F. 80177010156

IBAN: IT74 C030 6909 6061 0000 0119 336
BIC BCITITMM

 

oppure
Conto Corrente Postale: 31776206

 

torna