Legge di Bilancio. Presentato da FdI un emendamento per sparare in città e nelle aree protette, a qualunque ora e in qualunque periodo. E’ “caccia selvaggia”, siamo esterrefatti. I parlamentari votino contro un testo che è anche inammissibile.

Roma 14 dicembre 2022 – Spari nei parchi e nelle aree protette, spari in città, spari a tutti gli animali selvatici a qualunque ora del giorno e della notte, e in qualsiasi periodo dell’anno.

È quanto prevede un emendamento alla Legge Bilancio (l’emendamento numero 78.015) presentato da un pool di deputati di Fratelli d’Italia che, evidentemente, con tale iniziativa intendono dare seguito alle promesse di deregulation venatoria fatte durante la campagna elettorale, trasformando l’Italia in una vera polveriera.

Se l’emendamento “caccia selvaggia” venisse approvato, una ristretta categoria di individui, peraltro sempre più isolata dal tessuto sociale, sarebbe autorizzata a fare strage di animali selvatici e a mettere in pericolo la pubblica incolumità con il pretesto del “controllo” della fauna.

Il problema con l’emendamento “caccia no limits” non è soltanto nel merito ma anche nel metodo,.

Com’è possibile che tale emendamento, palesemente inammissibile, poiché nulla ha a che vedere con la Legge di Bilancio e con le finanze dello Stato, sia potuto arrivare all’esame della Commissione Bilancio della Camera? Governo e maggioranza hanno forse in mente di smantellare i capisaldi del legislazione ambientale del Paese proprio in un momento nel quale la biodiversità, non solo Italiana ma dell’intero pianeta, ha assolutamente bisogno di maggiori tutele?

Infatti, l’emendamento presentato da Fratelli d’Italia non demolisce soltanto la legge 157/92 sulla tutela della fauna e regolamentazione della caccia ma anche la legge 394/91 sulle aree protette che sarebbero aperte agli spari per compiacere la lobby venatoria e degli armieri. Ma la galleria degli orrori venatori non finisce qui, perché il provvedimento presentato all’attenzione della Commissione Bilancio prevede anche un fantomatico piano “straordinario per la gestione e il contenimento della fauna selvatica” che assesterebbe un colpo mortale al nostro fragile patrimonio di biodiversità.
Ed è altresì un gravissimo segnale quello manifestato dalla Commissione Ambiente del Senato che, nell’esprimere il parere sul decreto-legge di riordino dei ministeri, ha approvato una osservazione in cui si chiede di individuare le modalità idonee per trasferire le funzioni statali in materia di fauna dal Ministero dell’ambiente al ministero dell’agricoltura. Una proposta insensata, mix di incostituzionalità e illogicità, che denota la subordinazione di certa politica alle istanze di lobby venatorie e armieri.

Chiediamo con forza ai parlamentari della Commissione Bilancio della Camera di bocciare l’emendamento “caccia selvaggia”. A chiederlo è anche la stragrande maggioranza di italiani che è contraria all’attività venatoria e, quindi, all’uccisione di animali per divertimento, e che siamo certi non mancherà di far sentire la sua protesta contro ogni disegno di deregulation venatoria.

ENPA, LAC, LAV, Legambiente, LIPU, WWF

What's your reaction?
23Cool8Upset3Love2Lol

2 Comments

  • Francesca Cauteruccio
    Posted Dicembre 16, 2022 11:41 am 0Likes

    Penso che nel 2023 (oramai) sia inaccettabile sapere che si dia il permesso di sparare ad animali indifesi solo per puro e proprio piacimento. Nel corso degli anni si presume che l’uomo progredisca non regredisca, quindi dato che sono esseri senzienti che provano dolore e sentimenti, non capisco cosa e come si possa continuare a permettere queste barbarie. Poi sopratutto perché persone come me, che hanno case attaccate al bosco senza più la strada, sarebbero sempre in “pericolo” di spari e a voi vi sembra normale? Mia figlia che si fa una passeggiata con i cani nel bosco e le possono sparare (per sbaglio) o a lei o ai cani? Ora il pericolo c’è solo nel periodo prestabilito della caccia. Ma è angosciante lo stesso. E poi volete sapere quanto bossoli o non so come si chiamino abbiamo trovato nel bosco!? TANTISSIMI e li abbiamo raccolti e buttati NOI. Inquinano e voi date il permesso a queste persone di inquinare, rischiare la vita di altre persone, bambini o animali domestici; per permettere di far cacciare un numero più che inferiore alla quantità invece di gente che NON vuole tutto questo? Non penso che sia legale tutto questo e non mi pare il caso che sia proprio lo stato a fare certe cose perché, se noi non paghiamo una multa o altro siamo perseguiti dalla legge con aumenti di multe ec , ( e questo è un piccolo esempio) voi potete prendere decisioni incostituzionali e contro la volontà di molte più persone che non vorrebbero ciò. Spiegatemi, com’è possibile?

    • Laura Bottaro
      Posted Dicembre 22, 2022 2:49 pm 0Likes

      La penso esattamente come lei, e così mi auguro la maggioranza degli italiani. Non può passare una simile legge è contro ogni logica, ogni etica, ogni morale, contro la Vita e contro le biodiversità di cui facciamo parte, oggi più che mai, visto come abbiamo già ridotto il mondo e la crisi climatica in cui ci troviamo, tra l’altro gli animali costituiscono la nostra salvezza, e chi non lo comprende dovrà farsene una ragione, se vorrà salvare i suoi figli se non se stesso.

Add Comment

DOVE SIAMO

Via Andrea Solari 40
20144 Milano

Iscriviti alla Newsletter
torna