L’attività della LAC sezione di Grosseto è sempre molto intensa. Quest’anno non lo è stata da meno, di seguito un breve riassunto di questa sezione e delle attività LAC in Toscana.

A Grosseto e provincia il tempo dedicato alla difesa dell’ambiente e della fauna ha portato a trenta denunce penali in pochi mesi. La sezione ha interessato la Procura della Repubblica di competenza per reati di bracconaggio e per maltrattamento di animali.

Una grande e impegnativa attività è stata svolta dalle nostre Guardie volontarie.

La vigilanza durante la stagione venatoria ha portato ad un centinaio di controlli e a decine di sanzioni amministrative – oltre alle denunce penali suddette.

Spiace constatare, anche quest’anno, che la maggior parte dei reati in materia di fauna selvatica sono a carico di chi ha licenza di caccia.

Nel 2022 si è aggiunta la vigilanza da parte delle Guardie volontarie della sezione LAC Siena.

Con un proprio nucleo di Vigilanza ittico-venatoria-zoofila, le Guardie senesi hanno accertato e contestato decine di verbali amministrativi e denunce penali in materia di caccia. Contestati sia maltrattamenti di animali, che reati venatori.

Con il proprio team di avvocati, LAC sez. di Grosseto segue i procedimenti delle persone denunciate in tribunale per assicurarsi che la giustizia faccia il suo corso.

Oltre a questo, ogni anno, ricorre contro il Calendario Venatorio Regionale per contrastare eventuali concessioni filo-venatorie. Senza dimenticare il lavoro che porta nei TAR, quando necessario, in ricorso contro Delibere Regionali e Regolamenti. Tutto il nostro operato è a difesa della fauna selvatica e dell’ambiente.

Il Centro di Recupero della LAC sez.Toscana, ci vede impegnati nell’accogliere e curare migliaia di animali in difficoltà.

Oltre all’avifauna, piccoli pulli e cuccioli di mammiferi soccorsi,

volpe curata in Toscana
volpe curata e rimessa in libertà

sono giunti da noi quest’anno su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, molti animali sequestrati. La maggioranza di questi animali erano commerciati o detenuti illegalmente. Di questi, Pappagalli, Gechi, Tartarughe, Tordi, Taccole, Conigli, Cani, Gatti…

All’interno di un fondo chiuso a noi affidato, trovano ricovero e accoglienza i selvatici stanziali e migratori. Qui vivono difesi, al sicuro e in libertà.

Buona parte di questi animali sono fra quelli che sono stati salvati, curati e una volta recuperati rilasciati. Altri vi si sono rifugiati durante la migrazione.

piccolo di capriolo soccorso
piccolo di capriolo soccorso

Il fondo è infatti oramai diventato un’ oasi. Al suo interno sono presenti centinaia di animali.

Molte le specie: Caprioli, Daini, https://youtu.be/HRKf0S-2p4A

Cinghiali, Cavalli, Capre, Pecore, Istrici, Faine, Martore, Tassi, Ricci, Lepri, Fagiani, Quaglie, Rapaci notturni e diurni, Rospi, Rane, Tartarughe, Tortore selvatiche, Aironi, Aironi guardabuoi, Garzette, Merli, Tordi, Cesene, Beccacce, Pettirossi… e Serpenti di varie specie, Vipere incluse.

Ed è in programma per l’anno 2023 la realizzazione di un nuovo fondo chiuso.

Dobbiamo infatti ringraziare una donazione di circa 15 ettari di terreno con vari annessi per ricovero degli animali. Quest’area, entro agosto, grazie al lavoro dei nostri volontari e le donazioni dei nostri soci, sarà completamente recintata e tabellata.

Chi volesse unirsi in questo lavoro, non leggero ma decisamente appagante, ci contatti, è benvenuto!

Impediremo ai cacciatori di entrare in quest’area e sterminare tutti gli animali selvatici che la popoleranno.

Chiudere la caccia, togliere terreno ai cacciatori è la nostra mission.

Oltre a tutto quanto già fatto, organizzeremo un nuovo corso per Guardie zoofile e venatorie per le province di Grosseto, Pisa, Livorno, Lucca e Siena.

Vogliamo rivolgere un sentito ringraziamento ai nostri soci che ci permettono di realizzare tutto quanto facciamo in difesa dell’ambiente, degli animali. E un GRANDE GRAZIE lo dedichiamo a tutti i volontari che impiegano in modo professionale e motivato il loro tempo prezioso in questa difesa.

Per partecipare alle varie attività della LAC, scrivere a info@abolizionecaccia.it o telefonare al n. 0247711806 oppure al n. 3392859066.

Raimondo Silveri.

 foto e video delle nostre attività

 

Volpe uccisa - denunciato il bracconiere dalle Guardie
Volpe uccisa – denunciato il bracconiere dalle Guardie LAC
Gatto in trappola - Liberato il gatto e denunciato
gatto in trappola e soccorso- denunciato il delinquente

 

DOVE SIAMO

Sede Legale:                        Via Ernesto Murolo 11  00145 Roma

 

Iscriviti alla Newsletter

LAC Lega Abolizione Caccia © 2024. All Rights Reserved. |                                                                    C.F. 80177010156

IBAN: IT74 C030 6909 6061 0000 0119 336
BIC BCITITMM

 

oppure
Conto Corrente Postale: 31776206

 

torna