il crudele bracconaggio in Sardegna
IL CRUDELE BRACCONAGGIO IN SARDEGNA

 

Volontari della LAC – Lega per l’Abolizione della Caccia giunti da varie regioni in Italia hanno battuto numerose aree, decine di sentieri nei boschi e nelle macchie mediterranee nel Sud della Sardegna

Sono state rimosse centinaia e centinaia di trappole per avifauna (cappi su alberi e cappi su bacchette posizionate a terra), oltre alle trappole per avifauna sono stati smantellati 32 lacci per mammiferi, una rete da uccellagione e liberato un Picchio in un cappio, ma per fortuna ancora vivo. 

picchio rosso intrappolato e successivamente liberato
Picchio rosso intrappolato e successivamente liberato

Sono stati bonificati numerosi sentieri attrezzati di trappole e sono state inoltre impiegate telecamere nascoste per identificare gli uccellatori responsabili. Il campo antibracconaggio è stato svolto in collaborazione con il Corpo forestale e Nucleo Carabinieri CITES di Cagliari al quale sono stati consegnati i mezzi vietati e con il supporto del GrIG, Gruppo d’Intervento Giuridico.

bonifica di una trappola
bonifica di una trappola
bonifica di un laccio attivo per la cattura di mammiferi
bonifica di un laccio attivo per la cattura di mammiferi

 

Il Sud della Sardegna si conferma uno dei punti più caldi del bracconaggio in Italia: nelle micidiali trappole a cappio piazzate dai bracconieri vengono uccisi indiscriminatamente e dopo una lunga sofferenza, numerosi esemplari di Tordi, ma anche specie particolarmente protette come Pettirossi, rapaci e piccoli mammiferi.

Cappi posizionati per la cattura di avifauna
Cappi posizionati per la cattura di avifauna
cappio a terra in Sardegna
Cappio posizionato a terra per cattura di avifauna

Il bracconaggio sul territorio è particolarmente fiorente, ristoranti e privati sono disposti a pagare oltre €100 ogni 8 uccelli spennati per cucinare le cosiddette “grive“, piatto tradizionale sardo che alimenta un prospero mercato nero. 

 

I punti attivi di bracconaggio del campo continueranno ad essere vigilati e le operazioni antibracconaggio verranno replicate nei prossimi mesi durante il passo migratorio.

 

Oltre alla Sardegna, la LAC, da oltre 40 anni, organizza campi antibracconaggio in molte zone d’Italia: Valli Bresciane, Ponza, Isola del Giglio, ecc.) per dare un aiuto tangibile alla conservazione dell’avifauna, per partecipare contattateci: info@abolizionecaccia.it

 

p. Lega per l’Abolizione della Caccia (L.A.C.)

Stefano Deliperi

 

Vedi il video che mostra la ricerca e lo smantellamento delle trappole successivo alla denuncia alle forze dell’ordine.

 

trappole per cattura avifauna e mammiferi in Sardegna
Alcune trappole trovate e bonificate nella prima parte del campo antibracconaggio 2023
ARRIVEDERCI AL PROSSIMO CAMPO IN DIFESA DELLA NATURA
ARRIVEDERCI AL PROSSIMO CAMPO ANTIGRACCONAGGIO IN DIFESA DELLA NATURA

 

 

DOVE SIAMO

Sede Legale:                        Via Ernesto Murolo 11  00145 Roma

 

Iscriviti alla Newsletter

LAC Lega Abolizione Caccia © 2024. All Rights Reserved. |                                                                    C.F. 80177010156

IBAN: IT74 C030 6909 6061 0000 0119 336
BIC BCITITMM

 

oppure
Conto Corrente Postale: 31776206

 

torna