Veneto – Come Vietare la caccia sul proprio terreno

La Regione Veneto ha approvato il nuovo Piano Faunistico Venatorio e con l’articolo 8 comma 7 della Legge regionale 9 dicembre 1993, n. 50 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio” prevede che il proprietario o conduttore di un fondo che intende vietare sullo stesso l’esercizio dell’attività venatoria debba presentare una richiesta motivata al Presidente della Giunta Regionale entro il 11 Maggio 2022.

La Regione ha provveduto a definire i criteri e le modalità di presentazione delle domande di sottrazione dei fondi dall’esercizio dell’attività venatoria, nell’Allegato A al provvedimento in questione, si trova la modulistica necessaria alla presentazione dell’istanza.

La procedura amministrativa che sarà seguita dalla Uffici competenti consente di autorizzare la sottrazione del fondo nel limite dell’1% del TASP calcolato a livello provinciale, in ossequio a quanto previsto dall’articolo 6 del RdA del PFVR 2022-2027.

La presentazione della domanda di sottrazione del terreno alla caccia può avvenire attraverso i Centri di Assistenza Agricola (CAA) o può essere direttamente inoltrata dagli interessati, tramite l’apposito applicativo informatico, all’Agenzia Veneta per i Pagamenti (AVEPA), previa titolarità di un fascicolo aziendale.

Tale titolarità è stata prevista per l’opportuna inclusione dei richiedenti nell’Anagrafe del settore primario, che raccoglie le notizie relative ai soggetti pubblici e privati, identificati dal codice fiscale, esercenti attività agricola, agroalimentare, forestale e della pesca, che intrattengano a qualsiasi titolo rapporti con la pubblica amministrazione.

Riassumendo per chi abita nella Regione Veneto:

Con questa delibera vengono previsti alcuni passaggi burocratici, per prima cosa il richiedente, deve essere preventivamente iscritto all’Anagrafe del settore primario; perciò, deve aprire un fascicolo aziendale presso AVEPA anche se di mestiere non fa l’agricoltore.
Per aprire questo fascicolo non serve la partita IVA e non serve essere agricoltori, ci si deve rivolgere alle associazioni di categoria che svolgono le pratiche agricole come: Coldiretti, Acli, Confagricoltura, Confagri, ecc. o direttamente all’AVEPA.

Per compilare la domanda poi ci sono due strade:

A) Ci si rivolge alle associazioni di categoria succitate che svolgono le pratiche agricole che dietro pagamento caricano la domanda sul portale di AVEPA;
B) ci si carica la domanda direttamente previo possesso di SPID tramite il portale dell’AVEPA mediante la procedura telematica prevista dal modulo informatico VENAT.

 

qui potete trovare l’Allegato A della delibera, costituito da 19 pagine: http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=472143 
con tutti i dati necessari alla compilazione della domanda, ovvero L’ISTANZA DI SOTTRAZIONE del terreno all’attività venatoria.
Alle pagine 8 e 9 di questo allegato trovate tutti i riferimenti e-mail e telefonici degli uffici della Regione Veneto e di Avepa ai quali rivolgersi per ulteriori informazioni.

Nel caso vogliate caricare la domanda in proprio, deve prima leggere il manuale dell’applicativo telematico VENAT di AVEPA che trova su questo link: https://www.avepa.it/manuali-procedure-psr-2014-2020 , è l’ultimo manuale della lista costituito da 34 pagine.Si tratta di una procedura complessa che però ogni cittadino può percorrere soprattutto se si rivolge ad una delle associazioni succitate.

Inoltre, chi ha creato habitat, piantato alberi e cespugli utili per insetti e animali, realizzato dei piccoli stagni, installato cassette nido per uccelli, realizzato siepi, detiene alveari, svolge osservazione degli uccelli e animali, monitora l’avifauna, porta bambini e scolari, persone a vedere il proproo sito, svolge attività didattiche anche saltuarie, organizza eventi per far conoscere il sito e la sua biodiversità, ecc. lo segnali nella relazione tecnica descrittiva (ovvero nel Modello 9/4 che trova a pag. 12 dell’Allegato A della delibera della Giunta regionale).

👇👇👇👇👇
http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=472143

 

Lega per l'abolizione della caccia

Via Andrea Solari 40 – 20144 Milano
Codice Fiscale 80177010156