LAC Lecco- cacciatore con reti e gabbie trappola con gatto intrappolato

13.12.2021
 
Reti e gabbie trappola detenute illegalmente con dentro un gatto catturato.
E’ quanto trovato dalle Guardie Venatorie LAC sez. di Lecco a Colle Brianza, località Scerizza, nei giorni scorsi durante un servizio di Vigilanza.
In un’area con appostamento fisso di caccia, con attigue strutture per cani, galline, conigli e altri animali da cortile, le guardie hanno rinvenuto una gabbia trappola a scatto con all’interno un pezzo di salame usato come esca, ed un gatto catturato.
Il gatto si presentava terrorizzato, ed aveva la parte terminale della coda con del sangue rappreso.
 
Tale attività di utilizzo di gabbie trappola allo scopo di cattura di animali è un reato e la sola detenzione comporta una sanzione amministrativa.
 
Dopo aver subito effettuato un breve video di quanto riscontrato, una delle due guardie si è recata verso l’abitato per telefonare ai Carabinieri e richiedere il loro supporto in quanto nella zona ove si trovavano non si riusciva a telefonare a causa della mancanza del segnale .
La seconda guardia è invece restata sul posto nelle vicinanze della gabbia contenente il gatto intrappolato.
 
Poco dopo, al sopraggiungere di un’auto dalla quale è sceso un uomo (risultato poi residente a Scerizza, cacciatore con opzione lepre e conduttore del fondo) lo ha informato che era stato richiesto l’intervento dei Carabinieri per la gabbia trappola contenente il gatto catturato.
Nonostante più inviti della guardia a non aprire la gabbia, l’uomo, sostenendo di averla messa la sera precedente, raggiungeva la gabbia e sollevava lo sportello di chiusura facendo fuggire il gatto cercando così di evitare che i Carabinieri lo trovassero.
 
Sopraggiunti i Carabinieri, che ringraziamo, nella loro azione di controllo e verifica, hanno rinvenuto e sequestrato sul posto, un fucile ad aria compressa, svariate cartucce calibro 12, alcune cartucce calibro 8, una cartuccia a palla unica Brenneke, con lunga gittata e impatto devastante per le quali occorre denuncia di possesso ed è prevista la detenzione in luogo idoneo. Detenere questo tipo di cartuccia ove è stata trovata, costituisce anch’esso un reato.
Sempre in loco, i Carabinieri hanno rinvenuto riposte in un garage in metallo, due reti per uccellagione in ottime condizioni (reti che vengono usate per la cattura illegale di uccelli).
La detenzione di tali reti, prevede una sanzione amministrativa mentre l’utilizzo configura un reato.
Sul posto inoltre, sono anche state trovate altre due gabbie a scatto. Una in ferro a doppia entrata e un’altra in legno, costruita artigianalmente allo scopo di catturare volpi.
 
L’uomo è quindi stato denunciato penalmente.
 
Chi notasse reti o gabbie trappola in provincia di Lecco può contattarci anche in forma anonima
ai seguenti numeri di telefono: 338 5230037 – 335 8132220
 
 
Le gabbietrappola rinvenute e sequestrate
Il gatto catturato e poi liberato
 
 

  • LAC LECCO c/o Dolores Romano (delegata responsabile) Viale Montegrappa 28 – 23900 Lecco tel. 335 8132220 laclc@abolizionecaccia.it
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Lega per l'abolizione della caccia

Via Andrea Solari 40 – 20144 Milano
Codice Fiscale 80177010156