Sardegna – sospesa la preapertura della stagione venatoria alla Tortora selvatica

Sardegna 02.09.2021

Con decreto presidenziale Sez. I, 1 settembre 2021, n.259 il TAR Sardegna ha sospeso con effetto immediato il decreto assessoriale n. 6846/13 del 23 agosto 2021 che prevedeva un carniere potenziale di 539.805 capi abbattibili.

Ha accolto l’istanza cautelare presentata dall’avv. Carlo Augusto Melis Costa, del Foro di Cagliari, per conto delle associazioni ambientaliste Gruppo d’Intervento Giuridico, LAC, WWF Italia, E.N.P.A., L.A.V., LIPU-BirdLife Italia, LNDC Animal Protection, che hanno impugnato il calendario venatorio regionale sardo 2021-2022.

La Commissione europea ha chiesto agli Stati membri di sospendere la caccia alla tortora selvatica. In Italia la decisione spetta alle amministrazioni regionali, sottoposte alle continue pressioni delle lobby venatorie e, come abbiamo visto, avevano comunque concesso la caccia a questa specie in preapertura. E così, la metà circa delle Regioni ha consentito la caccia alla tortora: a partire dal 01 settembre 2021, sarebbero stati abbattuti fino a 7,5 milioni di uccelli, più delle coppie di tortore che si riproducono in tutta Europa. LAC ha così presentato ricorso in diverse Regioni e grazie al suo team di avvocati ha ottenuto la salvezza della Tortora Selvatica.

Per il momento, rimangono le Regioni Puglia e Molise a concedere la caccia a questa specie.

 

 

 

Lega per l'abolizione della caccia

Via Andrea Solari 40 – 20144 Milano
Codice Fiscale 80177010156