Desenzano(Brescia)-Dirigente venatorio denunciato per illecita cattura

28.07.2021 Brescia
In pochi giorni, prima a Montichiari(BS) e poi a Desenzano del Garda (BS), le nostre guardie volontarie hanno scoperto e fatto denunciare un secondo uccellatore che si dava da fare catturando illegalmente le gazze usando gabbie-trappola.
Verificata una segnalazione anonima durante una normale attività di controllo, gli agenti hanno individuato due trappole, con altrettanti uccelli vivi come esca all’interno e prontamente chiamato una pattuglia della Polizia Provinciale per interrompere il reato in corso.
Il controllo che ne è nato ha regalato subito una sorpresa, nel senso che l’uccellatore appena scoperto si è rivelato essere il Presidente provinciale di una notissima associazione venatoria.
Non solo, nonostante il suo ruolo, aveva anche la licenza di caccia scaduta e dato che lo ha sorpreso a fare l’uccellatore, la provinciale lo ha denunciato per quel reato di furto venatorio (oltre che per la detenzione illecita dei due corvidi) che viene riservato proprio ai bracconieri «puri».
Le gazze utilizzate come esca invece, sono state medicate e subito liberate in quanto ancora in grado di volare.
Ricordiamo che, per legge, l’avifauna della quale è permessa (purtroppo) la detenzione, deve avere al tarso un anellino.
Le gabbie-trappola invece sono sempre vietate.
E per i Corvidi, per i quali le Regioni deliberano piani di controllo, vengono utilizzate gabbie-trappola autorizzate, ma sono riconoscibili per una targhetta apposta con codice di identificazione.
Segnalate sempre se vedete qualcosa di sospetto, come ha fatto la persona, che ringraziamo, che ci ha portato a denunciare questo bracconiere e successivamente a curare e liberare gli animali imprigionati.
Potete farlo via mail a lacbs@abolizionecaccia.it se nel Bresciano, oppure a info@abolizionecaccia.it se sono posizionate in altre province. Trovate in www.abolizionecaccia.it i contatti delle nostre sezioni.
Qui l’articolo del giornale Bresciaoggi che riporta la notizia con più particolari.👇
dirigente venatorio denunciato desenzano
Nelle foto, una delle gazze utilizzate come esca, medicata e poi liberata. Come è possibile vedere, la detenzione le porta a ferirsi nel tentativo di riguadagnare la libertà e a deperire per la detenzione in gabbia.
 

Lega per l'abolizione della caccia

Via Andrea Solari 40 – 20144 Milano
Codice Fiscale 80177010156