Verso la fine di tutta la caccia in deroga tradizionale in Europa.

Con la sentenza nella causa C-900/19, oggi la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha vietato la caccia con il vischio in Francia: questa pratica venatoria consiste nel catturare gli uccelli (turdidi) usando rami ricoperti di vischio per poi distribuirli in piccole gabbie come richiami vivi ai cacciatori.
La Corte (Prima Sezione) dichiara:
1) L’articolo 9, paragrafi 1 e 2, della direttiva 2009/147/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio, del 30 novembre 2009, concernente la conservazione degli uccelli selvatici, deve essere interpretato nel senso che il carattere tradizionale di un metodo di cattura di uccelli non è sufficiente, di per sé, a dimostrare che un’altra soluzione soddisfacente, ai sensi di tale disposizione, non possa sostituirsi a detto metodo.
2) L’articolo 9, paragrafo 1, lettera c), della direttiva 2009/147
deve essere interpretato nel senso che esso osta a una normativa nazionale che autorizza, in deroga all’articolo 8 di tale direttiva, un metodo di cattura che comporta catture accessorie, qualora queste ultime, pur essendo di volume esiguo e di una durata limitata, siano idonee ad arrecare alle specie non bersaglio catturate danni che non siano trascurabili.
Regione Lombardia, Regione Veneto, Regione Liguria…rassegnatevi!
Solo un mese fa nell’Osservatorio faunistico della Regione Lombardia si è parlato di come poter aprire i roccoli e la caccia in deroga a specie protette, pronti a sfidare sanzioni e buon senso per permettere a una minoranza ormai politicamente irrilevante di fucilare peppole fringuelli e storni, ma anche di tornare a catturare uccelli vivi da utilizzare come richiami dagli appostamenti di caccia attraverso roccoli.
LAC che ha portato avanti battaglie e vittorie nelle aule dei tribunali per decenni in tema di deroghe caccia e roccoli, chiede ora con questa storica sentenza alle Regioni con “incontinenza” venatoria di farla finita di investire le risorse di tutti i cittadini per difendere l’indifendibile.

 

 

Lega per l'abolizione della caccia

Via Andrea Solari 40 – 20144 Milano
Codice Fiscale 80177010156