Orbetello-Caccia in laguna- il giudice ordina lo stop fino a novembre

Orbetello
Caccia in laguna, il giudice ordina lo stop fino a novembre-Lo ha deciso il Consiglio di Stato che ha ribaltato la decisione di primo grado e accolto il ricorso che era stato presentato da LAC.

Niente caccia in laguna fino al 19 novembre. Lo ha deciso il Consiglio di Stato che ha accolto in via provvisoria il nostro ricorso, rappresentata dall’avvocato Guglielmo Calcerano.
Il Consiglio di Stato ha ritenuto meritevoli di approfondimento le nostre perplessità in merito all’opportunità di cacciare all’interno dell’Azienda Faunistico Venatoria Laguna di Orbetello.
La LAC, nei mesi scorsi, aveva presentato un ricorso al TAR facendo presenti delle inesattezze relative alla Vinca (Valutazione di incidenza), dove ci sarebbero delle difformità fra le cartografie e la “superficie allagata” in base alla quale si decide il numero di posti di sparo in laguna. Le difformità consentirebbero un numero maggiore di appostamenti rispetto a quelli consentiti.

Se i giudici del TAR non avevano ritenuto che questo costituisse un problema in base al quale sospendere la caccia in laguna, di diverso avviso si è dimostrato per ora il Consiglio di Stato che, con decreto del presidente, ha ritenuto opportuno stoppare la caccia almeno fino al 19 novembre, quando l’udienza collegiale vedrà il confronto fra le parti. «Fino a ieri si poteva cacciare – spiega l’avvocato Calcerano – da ieri no.

Siamo soddisfatti dell’importante risultato ottenuto, che sottolinea come, quando si tratta della vita o della morte degli animali per mano dei cacciatori, il pregiudizio all’ambiente non può che essere considerato irreparabile.
La soddisfazione è doppia se consideriamo che la misura adottata in via d’urgenza dal presidente del Consiglio di Stato, prima di poter svolgere l’udienza in contraddittorio con Regione e Comune di Orbetello, individua con precisione i punti di diritto da affrontare, a partire dalla, a nostro avviso, errata determinazione dell’area allagata annessa alla Azienda faunistico venatoria.
Per questo il giudice d’appello ha ritenuto non opportuno consentire la caccia almeno fino al 19 novembre, quando sapremo se questa decisione sarà o meno confermata».

La LAC porta a casa, quindi, il primo risultato utile contro la costituzione dell’Azienda faunistico venatoria laguna di Orbetello.
Adesso LAC oltre ad attendere la decisione del 19 novembre è in attesa della pronuncia del TAR. L’udienza è fissata il primo dicembre e di lì a qualche mese dovrebbe arrivare la sentenza.
Durante l’udienza del primo dicembre saranno approfonditamente esaminate le censure fatte valere dalla nostra associazione che riguardano non solo la tutela dell’ambiente e delle specie animali, ma anche vizi squisitamente procedurali.
Ad esempio, l’autorizzazione di una nuova Azienda faunistico venatoria a Piano Faunistico Venatorio invariato e il rilascio di concessioni per l’uso di terreni da parte del Comune di Orbetello senza procedure di evidenza pubblica.
Resta poi il discorso della difformità della cartografia.

 

Raimondo Silveri Presidente LAC e responsabile Sezione Lac Toscana
Strada Prov.le Aurelia 1 • Loc. Lupo
58023 Giuncarico (GR)
cell. 339 2859066
lactoscana@gmail.com  https://www.facebook.com/Toscana.lac

SOSTIENICI 

 

 

 

Lega per l'abolizione della caccia

Via Andrea Solari 40 – 20144 Milano
Codice Fiscale 80177010156