Oasi LAC Toscana a Grosseto

20 Settembre 2020-Grosseto OASI-FONDO CHIUSO LAC

La LAC Sezione Toscana ha avuto in concessione per venti anni oltre 50 ettari di terreni incolti adibiti a pascolo, ormai diventati una vera e propria oasi, con diverse centinaia di specie di animali al suo interno (lupi, cinghiali, caprioli, lepri, fagiani, martore, istrice, volatili migratori e specie di avifauna particolarmente protette come il Gufo reale, la Civetta, il Barbagianni e vari tipi di falchi).

La LAC Toscana da gennaio ha provveduto a rifare completamente il fondo chiuso con nuove recinzioni e nuova tabellazione lungo tutto il perimetro, oltre a creare luoghi con abbeveratoi naturali per gli animali selvatici per aiutarli ad affrontare la siccità del periodo estivo (un lavoro lungo e con molti sacrifici per i nostri volontari, che per mesi hanno lavorato incessantemente).

Una vera oasi di protezione per la fauna selvatica, dove durante il periodo della caccia migliaia di animali troveranno protezione dai cacciatori.

Proprio ieri, in serata, il primo cacciatore che probabilmente voleva seguire un paio di lepri per ucciderle per l’apertura generale della caccia è stato scoperto, filmato e fatto immediatamente allontanare.

Per lui e chi uccide animali indifesi nessuna pietà. Nei prossimi giorni sarà depositata dalla LAC denuncia alla Procura della Repubblica di Grosseto per reati di danneggiamento e violazione di proprietà privata.

Un caloroso ringraziamento va alla proprietaria dei terreni, grande animalista che da anni ha sempre avuto grande stima nella nostra associazione e, proprio grazie a Lei, da oggi le doppiette dovranno rinunciare a uccidere centinaia di animali che troveranno riparo all’interno del fondo chiuso.

Una protezione attenta anche durante la migrazione, ormai alle porte, dei piccoli uccelli. Grazie a decine di ettari di terreno e bosco mediterraneo all’interno del fondo chiuso, questi avranno la possibilità di riposarsi e ripararsi dai cacciatori e saranno costantemente vigilati e protetti dalle nostre guardie e volontari.

All’interno del fondo chiuso vi è un agriturismo, tutti i soci iscritti alla LAC potranno visitare e ammirare gli animali selvatici liberi e sereni, beneficiando di uno sconto del 30% se vorranno usufruire delle strutture agrituristiche per soggiornare. Oltre a questo, nei prossimi mesi saranno organizzate visite guidate per i ragazzi che potranno osservare e conoscere gli animali e l’ambiente,  imparandone il rispetto e la difesa dei selvatici solitamente braccati dai cacciatori.

Raimondo Silveri- Presidente LAC

Alcuni scorci dell’oasi
animali liberi e al sicuro dai cacciatori
cinghialini al sicuro dagli spari
Un’entrata dell’oasi
Fondo chiuso-Divieto di Caccia

 

LAC TOSCANA c/o Raimondo Silveri (delegato responsabile) Strada Prov.le Aurelia 1 – Loc. Lupo 58023 Giuncarico (GR)

Telefono cell. 3392859066 mail to: lactoscana@abolizionecaccia.it  lactoscana@gmail.com

Facebook https://www.facebook.com/Toscana.lac/

 

 

 

Lega per l'abolizione della caccia

Via Andrea Solari 40 – 20144 Milano
Codice Fiscale 80177010156