Con questa raccolta di articoli vogliamo evidenziare come l'attività venatoria sia pericolosa anche per gli esseri umani. Le notizie inserite riguardano, oltre ad incidenti di caccia dovuti ad errori ed imperizie dei cacciatori, anche episodi in cui cacciatori hanno subito infarti o malori nel corso dell'attività venatoria. La raccolta ha lo scopo di mettere in evidenza quanto siano superficiali in fatto di sicurezza i regolamenti che consentono a persone con evidenti problemi fisici di poter utilizzare un'arma pericolosa non solo per gli animali, ma anche per gli uomini.

Nella sezione Se la caccia fosse un lavoro si può trovare un'analisi puntuale e sbalorditiva circa l'effettiva pericolosità della caccia, la cui potenzialità distruttiva viene evidenziata anche dal confronto col numero degli incidenti sul lavoro, ambito nel quale la legislazione sulla sicurezza è continuamente aggiornata, a differenza di ciò che accade in quella relativa alla caccia.

Nella sezione L’arsenale della porta accanto vengono evidenziati i costi sociali della pronta disponibilità delle armi da caccia, gli scarsi controlli preventivi e le blande norme a tutela della pubblica incolumità.