La Lega Abolizione Caccia, da oltre 20 anni, organizza campi antibracconaggio in molte zone d'Italia. Valli Bresciane in autunno, Sardegna in inverno, Ponza e isola del Giglio in primavera. Inoltre i volontari della LAC, in collaborazione con il CABS (Committee Against Bird Slaughter)  partecipano ai campi antibracconaggio in europa, in particolare a Cipro a Malta ed in Germania. Ogni anno la LAC organizza dei corsi di formazione dei volontari che vogliono partecipare ai vari campi. In questi corsi verranno fornite nozioni sui tipi di caccia illegale praticata nelle varie zone e sulle tecniche usate per contrastarle.  Se anche tu vuoi aiutarci, partecipando ai campi antibracconaggio scrivi a Info LAC

 

E' possibile inoltre sostenere le campagne antibracconaggio della LAC attraverso l'adesione all'iniziativa Adotta un Pettirosso! con un contributo minimo di 20 euro, in cambio del quale si potranno avere la foto del simbolo della campagna, Robin il pettirosso, l'attestato dell'avvenuta adozione e verranno inviate tutte le informazioni sulle campagne antibracconaggio avvenute nell'anno.

Valli Bresciane

Il campo si svolge dalla fine di settembre all'inizio di novembre. Vi partecipano centinaia di volontari provenienti da tutta europa che giornalmente prelustrano la provincia di Brescia in cerca delle trappole per gli uccelli migratori, soprattutto reti, archetti e le sep, trappole utilizzare tradizionalmete per catturare i topi

Sud Sardegna

Il campo si svolge tra novembre e dicembre. I volontari perlustrano i territori di Uta, Capoterra, Santadi e i dintorni dell'Oasi WWF di Monte Arcosu ad Est di Caglaire, e il territorio dei Sette Fratelli ad Ovest di Calgiari, in cerca di trappole formate da cappietti di crine di cavallo o di nylon per l'avifauna, e di lacci d'acciaio utlizzati per la cattura di ungulati, cinghiale e cervo sardo in particolare

Isole Pontine

Il campo si svolge nei mesi di aprile e maggio. I volontari oltre a perlustrare la piccola isola in cercadi trappole sep utilizzate per la cattura dell'avifauna, all'alba fanno da sentinelle in alcune zone in cui vengono utilizzati i fucili da caccia contro gli uccelli migratori

Isola del Giglio

Il campo si svolge nei mesi di aprile e maggio. I volontari perlustrano l'isola in cerca di schiacce utilizzate per la cattura dell'avifauna e di lacci per i conigli

Cipro

Il campo si svolge sia in primavera, tra aprile e maggio, sia in autunno, in settembre. Nel 2000 e nel 2001 la LAC ha aperto questo campo, ora organizzato dal CABS. I volontari nel sud est dell'isola, cercano reti, la cui provenienza sembra essere il bresciano, e bastoncini di vischio in cui gli uccelli rimangono incollati