Palio 10 Comuni Montagnese – drammatica situazione

Il presente per porre l’attenzione sulla drammatica situazione che si perpetua da anni al Palio dei 10 comuni di Montagnana PADOVA.

Numerosi sono stati i cavalli danneggiati nel corso di queste 43 edizioni.

I poveri animali vengono gestiti in spazi ristretti e non consoni al loro benessere psicofisico prima, durante e dopo la manifestazione. Il morso per i comandi esercita una pressione sul palato pari a 1300kg.

Le tallonate sui fianchi anche con speroni e le frustate servono a spaventarli
Il cavallo è di natura claustrofobica e la reclusione o costrizione con corde longhine e quant’altro prima dell’evento, lo porta necessariamente ad essere in uno stato di agitazione, talvolta aumentato anche dall’aggiunta di caffeina al cibo, tale da farlo scattare all’impazzata al momento della partenza quando, terrorizzato, cerca di scappare aumentando la velocità e la disattenzione e andando così incontro a possibili fratture, distorsioni, strappi muscolari, lussazioni… e chi più ne ha più ne metta.

La paura e l’angoscia degli animali è ben visibile nei loro occhi e nei movimenti innaturali.

Tutto ciò può rientrare nel reato di maltrattamento di animali art. 544 ter del codice penale che prevede non solo per le lesioni fisiche ma anche per sofferenze di carattere comportamentale ed etologico, pesanti multe e anche il carcere.

Se non si riesce a sensibilizzare organizzatori e comuni che permettono lo svolgimento di questi eventi aventi l’unico scopo il lucro, crediamo nel cuore degli spettatori per non alimentare più pali storici, circhi con animali, maneggi, zoo e tutto quel genere di eventi che danno vita allo sfruttamento degli animali.

L’evoluzione umana ha l’obbligo di progredire nella sensibilizzazione verso questi nostri coinquilini in questo pianeta ormai agli sgoccioli. 

 

Associazione Cavallo Scalzo
Attivismo Antispecista
ENPA- ente nazionale protezione animali sez Padova
LAC – Lega Abolizione Caccia sez Padova
Oipa sez.volontari di Padova