Grosseto-Lac contrasta chi delinque

Grosseto, cacciatori denunciati, sequestrati fucili e animali vietati da abbattere nel mese di gennaio.

Sabato 19/01/2019 le guardie venatorie volontarie della LAC al confine della Provincia di Siena dopo un lungo appostamento hanno sorpreso un cacciatore che esercitava l’attività venatoria su specie di volatili la cui caccia è vietata (al controllo era in possesso di tre merli).

Domenica 20/01/2019, sempre le Guardie della LAC hanno sorpreso un cacciatore nelle vicinanze di Grosseto che abbatteva un merlo, e alla loro vista cercava di occultarlo su di una pianta di olivo.

In entrambi i casi è intervenuta la polizia provinciale di Grosseto che ha provveduto al sequestro dei merli abbattuti, nonché dei fucili usati dai cacciatori.

La violazione contestata ad entrambi i cacciatori prevede l’arresto da tre mesi a un anno o l’ammenda da € 929,00 a € 2.582,00 oltre la sospensione della licenza di caccia da 1 a tre anni.

Queste sono solo alcune delle azioni di contrasto ai reati venatori che le guardie LAC hanno interrotto nell’ultimo periodo della stagione venatoria.

Raimondo Silveri -Direttore Nazionale vigilanza LAC