Vergogna in Consiglio Regionale della Liguria

La prima legge regionale “urgente”  dopo i morti del Ponte Morandi?
Una depenalizzazione per chi imbalsama specie particolarmente protette.

Liguria 4 settembre 2018

Lega Abolizione Caccia e WWF, sezioni liguri, parlano di “consiglio Regionale senza vergogna”, dopo l’approvazione in fretta e furia, oggi pomeriggio, nell’aula consiliare di via Fieschi, del disegno di legge della Giunta n. 199 in materia di modifiche alla legislazione regionale del 1984 su imbalsamazione e tassidermia degli animali selvatici. 

Quale è stata, infatti, la prima legge regionale ad essere approvata dopo il crollo del Ponte Morandi, in occasione della riapertura dei lavori del consiglio regionale?

Un provvedimento palesemente illegittimo, che mira a consentire la possibilità di imbalsamare o tassidermizzare (la preparazione montata delle spoglie in sembianze del selvatico vivo) -questa la novità- anche esemplari di specie particolarmente protette di cui l’interessato proclama  la morte per cause naturali. 

Chi trova un’aquila o una cicogna  e afferma che sia morta di stenti o investita da un’auto, infatti, potrebbe farne un’uso personale, anche se si tratta di “patrimonio indisponibile dello Stato”.

Una sfacciata violazione della disciplina statale del settore (legge nazionale 157/92) che sanziona penalmente, con le stesse pene di chi abbatte un animale protetto, anche chi lo imbalsama o lo tratta per la sua conservazione in bacheca o sopra ad un caminetto.

Dunque , secondo i legislatori del Consiglio Regionale ligure  (Lega, FI, PD) , queste sono le emergenze per il nostro territorio alla riapertura dei lavori…..

Uno sfregio ai morti e agli sfollati della Val Polcevera; una mancanza di stile e di senso delle priorità per Genova e la nostra regione. I consiglieri regionali che hanno votato questa indecenza si scusino coi cittadini.

LAC- Lega Abolizione Caccia

WWF

(sezioni liguri)