Primi giorni di caccia, prime denunce

Grosseto, 01 settembre 2018
Primo giorno di caccia, raffica di verbali amministrativi e anche denunce di materia penale redatte da parte delle guardie venatorie volontarie della LAC.

Un cacciatore è stato sorpreso a sparare a trenta metri da casa oltretutto su specie di volatili la cui caccia è vitata, il fucile, la fauna protetta (due tortore dal collare)e due colombacci sono stati sequestrati, l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Grosseto.

Non meglio è andata ad un altro cacciatore in trasferta da Terni, sorpreso a sparare a tortore dal collare(specie non cacciabile), anche in questo caso la fauna abbattuta e il fucile sono stati sequestrati e l’uomo è stato denunciato.

Un altro cacciatore è stato sorpreso a cacciare senza occhiali e/o lenti nonostante gli fosse stato imposto al rilascio della licenza di caccia dalla Questura, oltre mille euro la sanzione redatta dalle guardie nei suoi confronti.

Molte altre le sanzioni amministrative redatte ad altri cacciatori, sicuri di non avere controlli per l’assenza di operatori della polizia provinciale o dei Carabinieri Forestali.

Raimondo Silveri
Direttore Nazionale Vigilanza LAC

Per segnalazioni e info. tel. 3392859066 / e-mail: lactoscana@gmail.com

Sostienici