ANTIBRACCONAGGIO IN TRENTINO

Fra Trento e Bolzano continuano in questi giorni le indagini e le denunce.
Una decina finora i Bracconieri presi da Forestale e Carabinieri e sequestrati 200 nidi, per un totale di centinaia di pulli.
Questi piccoli nidiacei, soprattutto di Tordo, vengono strappati dai nidi per essere inanellati clandestinamente ed entrare nel mercato dei richiami vivi, prigionieri a vita in anguste gabbie. Ad essere ricercati dai bracconieri sono, però, solo i maschi. Con la crudele pratica del sessaggio, viene aperto l’addome del Tordo con una lametta: se è maschio si richiude con la colla, se femmina viene buttato via.
Grazie ai sequestri, almeno questi indifesi tordi non finiranno nel mercato nero dei richiami vivi e ora sono in salvo nei CRAS.
I volontari stanno presidiando le zone sensibili per segnalare illeciti alle forze preposte, il fenomeno dei ladri di pulli è purtroppo sempre più grave.

Al nostro centralino è possibile segnalare persone sospette che frequentano il vostro meleto.
Lasciate un messaggio con le coordinate telefonando al 02 47711806

https://www.ladigetto.it/permalink/76091.html